Storia di un tatuaggio, di un pregiudizio e di un’idea nuova

Il 20 ottobre ho “celebrato” il settimo anniversario con il mio tatuaggio. La gente spesso mi chiede se è vero, perché non si vedono in giro tatuaggio con colori così accesi come il mio. Il simbolo è una Araba Fenice. Il motivo, lo puoi capire anche da te oppure lo sai perché hai letto il mio libro.

Il punto di questo post non è una dissertazione sul simbolo scelto ma sul fatto che, fino all’estate del 2009, ho sempre, e dico sempre, considerato le persone con un tattoo come idiote, stupide ed ignoranti.

Ovviamente non lo dico per farmi picchiare…ma per condividere il mio CAMBIAMENTO di idea e di opinione. Perché è lecito, nel tempo, cambiare idea. Anzi, forse dovremmo dare più aria al nostro cervello e cambiare idee come ci cambiamo le mutante per alcuni motivi tra cui:

  • Possiamo diventare più flessibili e adattabili. Ricordiamoci di Darwin il quale diceva che la specie che sopravvive è quella che più si adatta al cambiamento

  • Per sperimentare cose nuove e uscire dalla nostra zona di comfort

  • Per confermare o smentire idee precedenti

GUARDANDOMI INDIETRO E VEDENDO IL DISPREZZO CHE AVEVO PER I TATUAGGI, POSSO DIRE DI AVER DATO ARIA AL MIO CERVELLO E POTER SMENTIRE LA MIA OPINIONE PRECEDENTE

Totalmente? Non proprio; infatti ho sempre una mia idea sul dove fare/non fare, sulla grandezza, sul colore, sul numero accettabile di tatoo ecc ma almeno adesso posso dire di essere diventata più aperta e flessibile…almeno spero 🙂

Se vuoi seguire un metodo facile ma efficace per diventare più flessibile al cambiamento per uscire dalla tua zona di comfort e smettere di incasinarti la vita, allora puoi prenotare una copia del libro che ti arriverà a casa autografata personalmente 🙂

Ecco la mia fenice….