Come smettere di incasinarsi la vita 8/12

Le giuste domande

Le persone di successo pongono domande migliori e, come risultato, ottengono risposte migliori” Tony Robbins

Una delle maggiori differenze tra le persone di successo e il resto del mondo sta nel tipo di domande che si pongono costantemente perché le domande hanno la capacità di reindirizzare i nostri pensieri, in un istante.

Porsi la domanda giusta può cambiare il nostro modo di vedere le cose, quasi per magia: da limitativo ad abilitante.

Ogni giorno ci poniamo delle domande, spesso senza esserne consapevoli: esse provvedono a dare incentivi e direzioni alla nostra mente. Non appena ci poniamo una domanda, la nostra mente inizia a cercare una risposta.

Se non ci piace la risposta che otteniamo, probabilmente è colpa della domanda che ci stiamo ponendo!

Se questa vi sembra un’osservazione bizzarra, può darsi che abbiate sottovalutato questo potere. Le domande hanno un effetto impressionante su tutto ciò che facciamo nella vita. Determinano la nostra abilità, la qualità delle nostre relazioni e addirittura il nostro reddito. Ponendoci le domande giuste, possiamo autorizzare noi stessi a cambiare qualsiasi aspetto della nostra vita.

Potete cambiare l’oggetto della vostra concentrazione cambiando la domanda, visto che le domande hanno un’enfasi e un oggetto chiaro. Per esempio, chiedendovi: “Cosa c’è di giusto nella mia vita?” si ottiene una risposta molto diversa che chiedendo “Cosa c’è di sbagliato nella mia vita?”. Alcune persone non si chiedono mai “Cosa è giusto nelle mia vita?”. Perdono gratitudine e apprezzamento per quello che hanno ed enfatizzano a dismisura le cose che non vanno bene.

Le domande determinano sempre le nostre scelte.

“La qualità della nostra vita dipende dalla qualità delle domande che ci poniamo” Tony Robbins

Ciò significa che, se ci poniamo domande negative, otterremo risposte negative. D’altra parte, domande di alta qualità permettono di trovare altre opzioni e soluzioni.

Immaginate una situazione in cui avete commesso un errore; una domanda positiva potrebbe essere “Come posso cambiare questa condizione, che cosa posso imparare da quello che è successo, oppure, come posso fare meglio la prossima volta?”.

Porsi la domanda giusta aiuta ad allentare lo stress, in quanto apre la nostra mente ad infinite possibilità. Guadagniamo una prospettiva differente, riguardo ad una determinata situazione.

Quali sono le domande giuste?

Sono quelle che ci aprono le porte sulle opzioni e sulle soluzioni creative e si chiamano domande aperte.

Al contrario della domanda chiusa che richiede una risposta affermativa o negativa ed inizia sempre con “PERCHE’”, la domanda aperta utilizza chi, cosa, quando, dove e come.

Osservate questo esempio: provate a sostituire «Perché ho fatto questa cosa?” con “Come avrei potuto fare in modo diverso?” oppure “Che cosa posso imparare da questo fatto?” o anche “Che cosa ho fatto di giusto?”. Giocate con le varie possibilità.

Vi sembra che questa possa essere una vera sfida per voi? Il cervello è come un muscolo. Perciò, allenatelo come fareste con i bicipiti. Iniziate facendo caso ad alcune delle domande che vi state ponendo, e poi iniziate a cambiarle in domande positive.

Quando ti senti perso, cerca domande, non risposte.

Ps: questo post è stato preso dal capitolo 8 del libro “Come smettere di incasinarsi la vita” di Valentina Bonatti. SE ti è piaciuto e vuoi sapere di più, allora puoi prenotare adesso la tua copia autografata direttamente a casa tua clikkando qua